La storia

I PRIMI ANNI

Giovanni Calabria fonda la Congregazione dei Poveri Servi della Divina Provvidenza, composta di Sacerdoti e Fratelli e quella parallela delle Povere Serve della Divina Provvidenza, con la finalità di vivere e portare nel mondo la fede in Dio Padre e la fiducia nella divina Provvidenza, dedicandosi ai più poveri e agli emarginati. Nell'inviare i suoi religiosi tra gli emarginati, egli raccomanda uno stile di vita simile a quello degli Apostoli: senza mezzi, senza pubblicità, penserà la Provvidenza a procurare il necessario. Questo abbandono alla volontà divina si traduce in concreto in una discreta flessibilità, che permette all'Opera di attuare i suoi interventi a partire dalle provocazioni della realtà, più che da teorizzazioni sistematiche. È con questo spirito che l’Opera cerca ancora oggi di continuare la sua presenza e la sua attività nel mondo.


L’Istituto Don Calabria – Casa San Benedetto costituito nel 1932, è emanazione della Congregazione Poveri Servi della Divina Provvidenza, Istituto che opera a livello mondiale.


Le sedi italiane sono dislocate in: Veneto, Emilia Romagna, Lazio, Campania, Calabria e Sicilia. Le strutture fuori dal territorio nazionale sono sorte in: Brasile, Argentina, Uruguay, Paraguay, Cile, Angola, Kenia, Filippine, India, Russia, Romania.


L’Istituto Don Calabria – Casa San Benedetto svolge un ruolo di coordinamento e di supporto alle altre sedi dell’Istituto che operano nell’area della tutela minorile.


Le principali attività svolte sono:


a) la promozione di una cultura di qualità;


b) la gestione dei servizi (Centri Residenziali, Centri di accoglienza per adolescenti, Centri diurni convenzionati con il Ministero della Giustizia – Centri di Giustizia Minorile, interventi educativi domiciliari).